MENÙ

Serata di gala, venerdì sera, a Villa Foscarini Rossi di Stra

Il presidente Schiavon: “Settore in salute. Servono regole e certezze per stimolare nuovi investimenti”

Segnali positivi sul ponte dell’Immacolata e le festività natalizie

Le richieste della categoria alla politica

Il programma della festa del primo dicembre: ospiti d’eccezione il vicepremier e ministro degli Esteri Tajani, il presidente nazionale di Federalberghi Bocca, il presidente di Ice Zoppas, l’assessore regionale al Turismo Caner e

(Venezia, 29 novembre 2023) – Federalberghi Veneto compie 50 anni. Dopodomani, venerdì primo dicembre, l’anniversario sarà festeggiato con una serata di gala nella prestigiosa cornice di Villa Foscarini Rossi di Stra, sulla Riviera del Brenta, alla presenza di 300 persone tra autorità, imprenditori associati, sponsor, collaboratori.

Le previsioni sul ponte dell’Immacolata e le festività natalizie

L’occasione è utile per dare uno sguardo all’andamento di settore in vista del prossimo ponte dell’Immacolata e della festività natalizie. Si veda infografica a parte.

Dato consolidato 2023 rispetto al 2022

Si registra un importante aumento dei flussi turistici su Città d’Arte, Terme e Montagna. “Il lieve calo registrato per i cluster Mare e Lago – dice il presidente Massimiliano Schiavon – è dovuto in parte a un avvio di stagione col maltempo e in parte alle ottime performance del 2022. L’allungarsi della stagione a causa del bel tempo, ha comunque contenuto il calo registrati a inizio stagione”.

Ponte dell’Immacolata

È previsto un aumento importante del tasso di occupazione registrato in concomitanza del ponte dell’8 dicembre sui Cluster Città d’Arte e Terme (queste ultime quasi a saturazione), grazie anche d una data più favorevole rispetto al 2022 (l’8 dicembre era di giovedì e non di venerdì). “C’è un lieve calo per quanto riguarda il cluster Montagna – spiega Schiavon – anche se in recupero rispetto a 15 giorni fa, dovuto sia al meteo (si sono registrate temperature simil estive fino a 20 giorni fa) che a un aumento delle tariffe, almeno in alcune località”.

Festività Natalizie e Focus Capodanno

La previsione per le prossime festività di Natale e di fine anno, nonché per il capodanno, sono di un aumento importante del tasso di occupazione registrato per i cluster Città D’arte e Terme (queste ultime quasi a saturazione). In lieve calo la montagna, per le cause sopra citate.

Le richiesta alla politica

La festa del 50esimo è anche l’occasione per fare il punto della situazione e avanzare alcune richieste alla politica per sostenere il settore alberghiero e rilanciarne la competitività nelle trasformazioni in atto.

Il capitale umano

“Affrontando il tema della necessità per le nostre imprese di importare capitale umano dall’estero – sottolinea Schiavon – è necessario snellire e sburocratizzare, di concerto con i ministeri competenti, tutte quelle procedure legate ai rilasci dei permessi di lavoro che oggi allungano e spesso vanificano in modo significativo le procedure di ingresso”.

La formazione

Occorre inoltre sviluppare progetti, anche attraverso i sistemi camerali e le ambasciate, che puntino alla selezione e alla formazione dei potenziali collaboratori all’estero, quantomeno rispetto alle tematiche di base (sicurezza sanitaria, lingua, sicurezza sui luoghi di lavoro) e che favoriscano meccanismi semiautomatici di ingresso nel nostro paese con lo scopo di integrare la base lavorativa autoctona. Il sostegno e lo sviluppo della formazione continua dei lavoratori e lo sviluppo anche di competenze manageriali attraverso la rete degli ITS (in Veneto ITS turismo eccelle in questo ambito).

Gli altri argomenti sul tavolo

  • Infrastrutture viarie e digitali anche in vita delle prossime olimpiadi di Milano e Cortina
  • Finanziamenti alle imprese attraverso strumenti di finanza europea e governativa
  • Miglioramento della competitività delle imprese attraverso la loro crescita dimensionale e la loro riqualificazione a supporti dei capitali propri.
  • Adeguamento agli Obiettivi di Policy dell’UE in particolare in tema di sostenibilità, accessibilità e digitalizzazione
  • Diminuzione della pressione fiscale e in particolare del cuneo
  • Emanazione di un regolamento sull’imposta di soggiorno
  • Lotta all’abusivismo soprattutto rispetto al tema delle locazioni brevi e programmazione di uno sviluppo sostenibile delle destinazioni turistiche

La festa del 50esimo a Villa Foscarini Rossi a Stra

Dopodomani, venerdì primo dicembre, si terrà la serata di gala per i 50 anni di Federalberghi Veneto. Saranno presenti 300 invitati tra autorità, imprenditori, sponsor e collaboratori.

Ospiti d’eccezione il vicepremier e ministro degli Esteri Tajani, il presidente nazionale di Federalberghi Bocca, il presidente di Ice Zoppas, l’assessore regionale al Turismo Caner.

I numeri di Federalberghi Veneto

Federalberghi Veneto conta attualmente 2.500 aziende associate (170 mila camere di hotel) per un totale di circa 60mila occupati. Si articola in 16 Associazioni territoriali distribuite in tutta la regione. Rappresenta una delle più importanti federazioni di albergatori di tutta Italia.

In allegato l’infografica sui dati di previsione occupazione hotel; una foto del presidente Schiavon e una foto della conferenza stampa di oggi a Mestre, nella sede di via Don Tosatto 59.

Potrebbe interessarti