MENÙ

Grande festa, ieri sera, per i 50 anni di Federalberghi Veneto

Sono intervenuti il ministro Tajani, il presidente nazionale Bocca, il presidente di Ice Zoppas, gli assessori regionali Caner e Donazzan. Il governatorre Zaia ha inviato un messaggio augurale

Il presidente Schiavon: “Grazie a tutti gli imprenditori che hanno reso e rendono grande la nostra associazione di categoria. È un momento storico, guardiamo avanti con rinnovato slancio. Sapremo vincere le sfide del futuro se saremo in grado innovare per mantenere alta la competitività”.

(Venezia, 2 dicembre 2023) – La prestigiosa cornice di villa Foscarini Rossi a Stra (Venezia), sulla Riviera del Brenta, ha fatto da cornice, ieri sera, alla serata di gala per il 50esimo anniversario della fondazione di Federalberghi Veneto, la più importante associazione di categoria degli albergatori del Veneto nata nel 1973 e che attualmente conta 2.500 aziende associate, per 170 mila camere da letto e un organico complessivo di oltre 60 mila tra dipendenti e collaboratori.

All’incontro è intervenuto anche il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani, salito sul palco a rivolgere il proprio saluto agli imprenditori presenti. Il presidente di Federalberghi Veneto Massimiliano Schiavon l’ha accolto assieme agli altri ospiti d’onore: il presidente nazionale di Federalberghi Bernabò Bocca, accompagnato dal direttore generale Alessandro Nucara; il presidente di Ice (Istituto per il commercio con l’estero) Matteo Zoppas; gli assessori regionali Federico Caner ed Elena Donazzan. Il presidente della Regione Luca Zaia, impossibilitato a partecipare per impegni istituzionali, ha inviato un messaggio augurale. Anche l’assessore regionale Roberto Marcato ha inviato una lettera. Tra i presenti, il consigliere regionale Enoch Soranzo, il presidente di Confcommercio Veneto Patrizio Bertin e il presidente della Camera di commercio di Padova Antonio Santocono.

La serata, presentata dalla giornalista Savina Confaloni, è stata allietata da alcune performance artistiche, tra suggestivi giochi di luce, e dalla musica di Marica Rotondo e Stevie Bondi le cui note sono risuonate tra la sala degli affreschi e la loggia nobile della villa. Prima della cena, in mansarda, il presidente Schiavon ha premiato con una targa i suoi predecessori Alessandro Peruch (assente per indisposizione) Marco Michielli; un’altra targa è stata consegnata alla memoria di Nicola Sartorello, indimenticato direttore di Federalberghi Veneto scomparso prematuramente, presente la moglie Alessandra Fantini.

Dopo la cena, il taglio della torta preparata al momento ha suggellato la festa di un compleanno speciale. “Grazie a tutti gli imprenditori che hanno reso e rendono grande, ogni giorno, Federalberghi Veneto: la nostra casa – ha detto il presidente Schiavon -. Questa festa resterà nella storia della nostra associazione di categoria. Segna un arrivo e allo stesso tempo una ripartenza, con rinnovato slancio: finché ci saranno persone e famiglie pronte a investire con capacità e lungimiranza, come le tantissime che hanno caratterizzato il nostro settore in questi 50 anni, possiamo essere fiduciosi. Passa, infatti, per le persone quella voglia d’innovare il capitale materiale e immateriale che è la chiave di volta per mantenere alta la competitività e vincere le sfide del futuro”.

Potrebbe interessarti